COME COMPORTARSI CON LO SPORCO OSTINATO SU ACCIAI INOX RIGIDIZZATI, DECORATI E COLORATI

Le linee guida generali per la pulizia dell’acciaio inox in tutte le sue finiture – rigidizzate, decorate, colorate galvaniche INCO process, colorate PVD Titanium T22, satinate, micropallinate, Scotch-Brite, 2B, . . . – prevedono l’utilizzo di acqua&sapone, come abbiamo illustrato nello scorso articolo.

Non sempre però questo metodo universale risulta efficace.

Possono capitare situazioni in cui lo sporco si rivela più ostinato, specie quando è stato lasciato a contatto con la superficie per lungo termine, finendo per creare vere e proprie incrostazioni, oppure quando durante l’installazione delle lamiere entra in contatto con altri materiali “da cantiere” che non rientrano certamente nella casistica standard della pulizia dell’inossidabile.

Continua a leggere

Salvaguardia Ue: attenzione all’acciaio inox dall’Indonesia

Che la Cina sia il più notevole tra gli attori economici che minano l’equilibrio del libero mercato, violando i codici internazionali del Fair Trade, è ormai cosa nota anche tra i profani della materia, ma non tutti sono al corrente di come in Oriente siano stati sconvolti importanti rapporti commerciali da quando il gruppo Tsingshan ha aperto un nuovo stabilimento per la produzione di acciaio inox in Indonesia.

Continua a leggere

L’Italia non si ferma: le nuove capitali dell’acciaio

italian-steel-cities-1I poli italiani dell’acciaio: Brescia – Udine – Cremona

Finalmente buone notizie. Mr. Inox sapeva che la minaccia dei dazi e la concorrenza sotto regime di dumping non avrebbero dato tregua alla comunità dell’acciaio, ma dall’Italia stavano arrivando segnali positivi, concreti e confortanti. Le aziende produttrici di acciaio di qualità non si stavano estinguendo, al contrario: erano in crescita con forza, determinazione e professionalità. Continua a leggere