INOX & M.O.C.A.: cosa bisogna sapere per non incorrere in sanzioni

Al fianco di plastica, cellulosa, vetro e ceramica, tra i M.O.C.A. compare anche l’acciaio inossidabile, sia nelle finiture tradizionali di acciaieria che rigidizzato, decorato e colorato.

Con l’acronimo M.O.C.A., infatti, si identificano tutti quei Materiali ed Oggetti che sono destinati ad entrare in Contatto con gli Alimenti, e l’acciaio inox ha un rapporto centenario con il settore alimentare, che è andato sempre più crescendo, a tutto vantaggio della produzione di massa.

Continua a leggere

ACCIAIO INOX COLORATO: gli acciai inox elettrocolorati, istruzioni per l’uso

Uno dei principali settori di applicazione degli acciai inox elettro-colorati è l’architettura: vengono utilizzati per rivestire le colonne e le facciate degli edifici (building cladding) e per la realizzazione di tetti, sia per costruzioni pubbliche che private, adibite a funzioni commerciali, istituzionali, accademiche, culturali o residenziali. L’uso di queste finiture colorate non si esaurisce in questo ambito: vengono utilizzate per costruire macchinari per l’imballaggio, per esempio. Nel settore automotive trovano impiego come materiale per silenziatori aftermarket o per dettagli di stile sulla carrozzeria di automobili e caravan. Gli ascensoristi le scelgono per le porte di piano, per le pulsantiere e anche per le pareti interne delle cabine e si possono trovare cucine, arredamento per il bagno, elettrodomestici, frigoriferi, radiatori, ma anche oggetti di arredo, sculture e allestimenti per negozi realizzati con questi acciai.

Continua a leggere